» Come fare un terrario per le piante grasse
  • Come fare un terrario per le piante grasse

    Jul 01st • Posted in Decor & Green, Lifestyle, Pollice Verde

    Su Instagram vi ho mostrato il terrario che ho realizzato e dato che vi è piaciuto e che mi avete chiesto come l’ho fatto qui vi raconto tutto!

    La prima cosa da fare ovviamente è scegliere piccole piante grasse che stiano bene insieme e che abbiano dimensioni simili.

    Il passo successivo è scegliere il vaso che conterrà il terrario: io ne ho scelto uno in vetro perchè desideravo che si vedessero i vari strati di materiali diversi.

    Il vaso largo e basso fa parte di un set di vasi Ikea che costa 14.99 €.

    via ikea.com

     

    Avete infinite possibilità di scelta tra i contenitori, pensate fuori dagli schemi, riciclate contenitori o oggetti per dargli nuova vita, realizzerete così un terrario unico e originale.

    Un’idea che mi piace molto è quella di usare contenitori in vetro dalla forma geometrica.

     

    via Pinterest

     

    Se vi piace l’idea ne ho visti di simili a Maisons du monde qui trovate il link 😉

     

    Oppure potete scegliere un vasetto di vetro da conserve che avete in casa!

     

    via Pinterest

     

    O delle vecchie tazzine scompagnate:

     

    via Pinterest

     

    Per preparare il terreno ho usato:

    • Terriccio universale

    • Ghiaia e sassolini 

    • Carbone attivo

    • Muschio

     

    La ghiaia e i sassolini servono per drenare l’acqua e impedire che ristagni a livello delle radici; il carbone attivo impedisce al terreno di marcire.

    Il terrario non ha fori di scolo per l’acqua quindi bisogna ricorrere alla stratificazione per creare un habitat adatto alle piante grasse.

    Per prima cosa ho tritato il carbone vegetale, l’ho mescolato con i sassolini e ho versato il tutto alla base del contenitore.

    Ho coperto il primo strato con del muschio, dopo ho aggiunto uno strato di terriccio ed ho trapiantato le piantine grasse.

    Poi ho aggiunto sopra al terriccio un altro strato di sassolini e di muschio a scopo decorativo.

     

    Questo è il terrario che ho fatto! 😉

     

    Se vi state chiedendo perchè la stratigrafia non è così netta come dovrebbe essere la risposta è che ho un gatto irrimediabilmente scemo  molto vivace che durante la notte si è divertito a scavare nel terrario spargendo ovunque terriccio e sassi.

    Ho trovato muschio ovunque, anche sotto ai cuscini del divano.

    Dovevo chiamarlo Attila, mi ha quasi fatto fuori anche il ficus che ho vicino al divano perchè adora scavare nella terra o saltare tra le foglie per tendermi degli agguati mentre cammino ignara.

    Ieri ha tentato di salire sul bracciolo del divano, ma ha preso le misure sbagliate e l’ha mancato, così col terrore negli occhi si è aggrappato al ficus che non l’ha sorretto ed è crollato a terra.

    Ora il ficus è stato spostato in giardino alle intemperie e sono sicura che abbia tirato un sospiro di sollievo.

     

    Eccolo in una foto recente mentre tenta di soffocare nel sonno

     

     

    Se decidete di realizzare il vostro terrario non dimenticate di taggarmi su Instagram!

    A presto!

     

    Natalie 💙

     

    Ecco altri post dedicati a chi ama il verde!

    Orto in casa senza sforzo

    Piante rosa per decorare casa

    Piante impossibili da uccidere

  • Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *