» Il Mood Tracker: cosa è e a cosa serve
  • Il Mood Tracker: cosa è e a cosa serve

    Jan 19th • Posted in Lifestyle, Pillow Talks

     

    Ciao a tutti!

    Chi di voi ha mai sentito parlare del Mood Tracker? Qui in Italia non è ancora molto diffuso, mentre all’estero è piuttosto famoso e utilizzato!

    Ma vediamo meglio di cosa si tratta.

    Il Mood Tracker è un sistema per il monitoraggio del nostro tono dell’umore che permette di annotare il nostro stato d’animo quotidianamente,  e può essere inserito in un’agenda come inserto, essere realizzato semplicemente annotando l’umore della giornata a bordo pagina della nostra agenda, oppure può essere compilato come sezione del Bullet Journal.

    Se vi state chiedendo cosa sia il Bullet Journal ve lo spiego brevemente: è un diario realizzato interamente da noi stessi, secondo le nostre esigenze, e in cui viene annotato ciò che accade, i nostri impegni, i nostri obiettivi e le nostre condizioni psico-fisiche. È una via di mezzo tra un diario, un planner e la lista di cose da fare.

     

    Credits: BuzzFeed

     

    Il Mood Tracker si presenta in vari formati: giornaliero, settimanale, mensile o addirittura annuale. Secondo me vale la pena tenere il giornaliero o il settimanale e poi fare alla fine di ogni mese mese il bilancio generale. Se siete particolarmente diligenti potete fare poi il confronto dei dati di anno in anno.

    Credits: Pinterest

     

    L’indicatore di umore è sia cartaceo che digitale, esistono infatti molte app da scaricare sul telefono che possono essere usate a questo scopo, quindi scegliete quello che è più compatibile con le vostre esigenze. Io ad esempio preferisco la carta, mi piace l’idea di avere un foglio su cui poter scrivere e da poter scarabocchiare e infilare nella mia agenda.

     

     

    Su internet si possono acquistare pagine già pronte nel formato che preferite e decorate o meno. Su Etsy potete trovare anche stickers davvero carini da poter usare sull’agenda che avete già! Questi ad esempio non sono meravigliosi? 🙂

    Credits: Etsy, AdorablyAmyDesigns

     

    Perchè tenere sotto controllo le nostre emozioni? Secondo me è utile perchè ci aiuta a capire noi stessi più a fondo, a capire realmente quale sia l’andamento del nostro stato d’animo, e perchè ci permette di analizzarlo oggettivamente con dei dati alla mano. Ovviamente sia con il Mood Tracker che con il Bullet Journal vale la regola dell’onestà, non bisogna mentire! So che è frustrante annotare i nostri fallimenti o i nostri malumori, ma è un male necessario per un bene più grande, cioè per la nostra crescita personale e il mantenimento dell’equilibrio.

    Annotare le emozioni ci aiuta a evidenziare un rapporto di causa-effetto tra come ci sentiamo e cosa è successo. Spesso non è cosi immediato e proseguiamo con comportamenti e abitudini che in realtà sono deleteri, solo che non ce ne siamo ancora accorti! Ad esempio potrebbe emergere un’amara verità: le notti in cui dormite poco corrispondono ai giorni in cui avete l’umore più nero. La soluzione quindi potrebbe essere semplicemente calcolare le ore di sonno che ci servono realmente per il benessere psico-fisico. Ve l’ho già detto che penso sia importantissimo imparare ad amarsi no? 🙂

     

     

    Il mio consiglio è di scrivere per ogni giorno le nostre attività e gli avvenimenti principali, così a fine mese sarà molto utile mettere in correlazione i fatti e le nostre sensazioni. Potremo fare autocritica chiedendoci se era appropriata la nostra reazione a un dato evento, e capire cosa ci fa felici e cosa va necessariamente modificato.

    Ovviamente tenere il Mood Tracker non deve indurci a pensare che la nostra ragionata routine salutare sia rigida e che ogni trasgressione o strappo alla regola sia fonte di infelicità. È soltanto un modo per tenere sotto controllo aspetti importanti della nostra vita. Penso che solo il fatto di avere tutto organizzato in modo schematico e sintetico sia stimolante e tranquillizzante al tempo stesso, perchè ci dà l’impressione di avere tutto sotto controllo e di poter dare il massimo.

     

     

    A volte tendiamo a essere pessimisti ed a vedere tutto nero, mentre se abbiamo annotato i fatti salienti e i momenti felici è facile vedere tutto in un  nuova prospettiva.

    Vedere i malumori come passeggeri. E quindi imparare a prendersela di meno, a essere più sereni.

    Io penso che la serenità vada coltivata, nessuno arriverà a consegnarcela tra le mani, dobbiamo guadagnarcela giorno per giorno lavorando su noi stessi.

    Io accetto la sfida! E voi? 🙂

     

    Natalie

  • 8 comments
    Il Mood Tracker: cosa è e a cosa serve

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *